Gli smokers point del riciclo dei mozziconi

Gli smokers point del riciclo dei mozziconi

Essere custodi del nostro pianeta promuovendo una nuova cultura in merito a raccolta, riciclo e riutilizzo dei materiali di scarto inquinanti, lavorando attraverso modelli di business legati alle nuove economie circolari.

Nasce a Trento grazie alla start up Re-cig, un progetto volto a riciclare mozziconi di sigarette.

Nata nel 2019, Marco Fimognari e Nicola Bonetti i fondatori, hanno trasformato una “dipendenza” in una possibilità per la comunità e l’ambiente. Un’idea che riflette gli intenti di un’economia circolare, attualmente unica a livello nazionale ma che sta ottenendo consensi e aperture d’intenti. Un recupero che attraverso i 500 smokers point installati in centri commerciali, aziende e comuni da Trento a Ragusa, permette la produzione di montature per occhiali, manici di ombrelli, cover per telefoni, penne e il filo per la stampa 3D. Tutte cose con una “seconda vita” create dal recupero nel primo anno di ben 2 milioni di mozziconi di sigarette, “cicche” stoccate. Un progetto disposto su larga scala che punta al recupero di 13 mila tonnellate di mozziconi che ogni anno finiscono nei posaceneri o lungo i marciapiedi, oltre a nuove assunzioni e collegamenti oltre frontiera come la Polonia, Germania e Spagna.

I posaceneri – come spiega Fimognari in un’intervista – vengono installati in punti visibili di imprese e centri commerciali e sono capaci di contenere oltre 100 mila mozziconi. Verranno svuotati e ritirati a cadenza regolare e consegnati al capannone a Ciré di Pergine Valsugana.

Creiamo oggetti di design per la raccolta dei mozziconi di sigaretta, offrendo ad aziende, pubblica amministrazione, locali pubblici un servizio unico di raccolta di questo rifiuto, al fine di ridare una nuova vita al materiale attraverso un processo di riciclo e purificazione.

Il Processo di lavorazione

I mozziconi vengono lavati, setacciati e separati dal residuo di tabacco e le cartine dai filtri e ritrasformati in acetato di cellulosa, un polimero che in conformità alle autorizzazioni necessarie può essere rimesso sul mercato.

Secondo i dati presenti nel sito start up:

850.000 tonnellate di mozziconi vengono dispersi in un anno

oltre 200 sostanze tossiche sono contenute nei filtri, di cui almeno 70 cancerogene

il 40% dei rifiuti nel Mediterraneo sono filtri

2 anni il tempo impiegato dal filtro per degradarsi in natura

Perché riciclare?

Ormai attività integrata nella nostra vita quotidiana, il rispetto per la Terra è diventata ormai una mission di tutti.

Offrire alle future generazioni un ambiente più pulito e ricco di risorse resta uno degli obiettivi più importanti e condivisibili. Sono i piccoli gesti che possono dare spunti e soluzioni verso i più giovani e inconsapevoli. E’ possibile fare la differenza attraverso 4 punti:

1- RISPARMIARE RISORSE NATUALI E MATERIE PRIME

2- RISPARMIARE ENERGIA

3- INQUINARE MENO E PRESERVARE L’AMBIENTE

4- CREARE POSTI DI LAVORO

Ricorda la regola delle 3R : Ridurre, Riciclare, Riutilizzare. E’ possibile riciclare tutti i materiali organici (resti alimentari, scarti vegetali, fibre naturali..), carta, vetro, metalli e plastica. Attraverso il compostaggio è possibile controllare la trasformazione dei materiali.

sigaretta

Write a comment
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare. View more
Accept