La ricchezza rende veramente felici? Cosa conta nella vita? Marco Faverio 20/06/2022

La ricchezza rende veramente felici? Cosa conta nella vita?

Secondo Daniel Kahneman, psicologo dell’università di Princenton, l’invidia del lusso deriva da ciò che egli definisce hedonic treadmill (assuefazione ai piaceri). Lo studioso, vincitore del premio Nobel per l’economia, usa l’immagine di una treadmill (ruota di mulino) per spiegare per quale motivo a condizioni più favorevoli di vita, come la ricchezza, non corrisponda altrettanta soddisfazione, ossia perchè le persone più ricche non siano le più felici.

Secondo Daniel Kahneman, psicologo dell’università di Princenton, l’invidia del lusso deriva da ciò che egli definisce hedonic treadmill (assuefazione ai piaceri). Lo studioso, vincitore del premio Nobel per l’economia, usa l’immagine di una treadmill (ruota di mulino) per spiegare per quale motivo a condizioni più favorevoli di vita, come la ricchezza, non corrisponda altrettanta soddisfazione, ossia perchè le persone più ricche non siano le più felici.

Secondo Kahneman, man mano che si guadagna denaro si adattano le proprie aspettative verso l’alto e quindi si aspirare a piaceri sempre maggiori e costosi: è una ruota che non smette di girare, persino per i miliardi. Lo studioso spiega: “ i ricchi possono provare più piacere rispetto ai poveri, ma hanno anche bisogno di maggior piacere per essere ugualmente soddisfatti.” Ma la ricerca di Kahneman suggerisce anche un modo per sfuggire alla ruota dell’edonismo: una vita ricca di relazioni gratificanti. Kahneman suggerisce, di dare importanza alle persone presenti nella nostra vita e al piacere di stare con loro e di cercare di ottimizzare la giornata passando più tempo insieme alle persone in modo soddisfacente. Sicuramente molto di ciò che rende la vita degna di essere vissuta dalle sensazioni di benessere, ovvero felicità e senso di appagamento.

Le relazioni di buona qualità sono una delle fonti migliori in tal senso: tramite contagio emotivo un buon numero dei nostri stati d’animo ci giunge attraverso le interazioni con altre persone. L’unico ingrediente di una vita felice su cui concordano le popolazioni di tutto il mondo sono i rapporti umani gratificanti. Anche se i particolari variano da cultura a cultura, gli abitanti del globo considerano le connessioni affettuose con gli altri il nucleo fondamentale di una esistenza umana ottimale.

Write a comment
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare. View more
Accetta