Lo svantaggio dei social network nelle economie digitali Needfile Team 06/06/2024

Lo svantaggio dei social network nelle economie digitali

Grazie alla presenza dei social, oggi ogni campo del business può incrementare la visibilità raggiungendo una conversione. Premettendo che i social contengono numerosi svantaggi in termini di privacy, tentativi di truffe e con regole interne (di cui anche opzioni a pagamento) è bene comprenderne anche gli svantaggi per un uso consapevole.

  • I social creano dipendenza: ci connettono raggiungendo milioni di persone in tutto il mondo ma allo stesso modo isolano, confinandoci davanti a uno schermo. Possono inoltre trarci in inganno attraverso fake news, generando disinformazione polarizzando le opinioni. Inoltre sempre più minori sono esposti con foto e video pubblicati dalle famiglie.
  • I social mostrano contenuti frammentari: un post/storia ha una validità di 24 ore ed è limitante. Cattura l’attenzione ma per un lasso di tempo troppo breve.
  • I social richiedono tempo: devono essere continuamente monitorati e sviluppati per non far calare la soglia di attenzione perdendo range.
  • I social non garantiscono uno spazio sempre sicuro: si può essere esposti a rischi truffe o furto credenziali, falsi profili e eliminazione account.
  • I social non garantiscono la privacy degli utenti: possono esporre gli utenti a rischi rendendo fondamentare adottare misure di sicurezza e comprendere i rischi delle condivisioni di informazioni personali, anche verso terze parti come i famosi giochi proposti dalle app interne.
  • I social hanno delle regole: per evitare post oscurati, restrizioni momentanee o disattivazioni è necessario conoscere e attenersi alle regole che la piattaforma impone.
  • I social non sempre sono gratuiti: diverse applicazioni e/o sponsorizzazioni richiedono una spesa ripagata in visibilità (un investimento che non sempre ritorna!).

E nonostante tutti gli svantaggi, sempre più utenti però li indicano come canali preferenziali a un sito web, un po’ per risparmio, un po’ per tendenza e per mancata consapevolezza.

Il risparmio è relativo considerato che ogni utente se vuole sviluppare un piano marketing, e nel caso non desideri affidarsi a un professionista, dovrà comunque dedicare tempo, idee e creazione di contenuti grafico-testuali.

Siamo dell’avviso che i social possano essere una risorsa ma solo se affiancano il sito web.

Un sito web, se curato e gestito da un professionista, può far crescere la reputazione del brand trasmettendo chiarezza, sicurezza e una più facile reperibilità dei contenuti sui motori di ricerca. Vuoi conoscere il vero potenziale di un sito? Ora te lo spieghiamo:

  1. un sito può essere personalizzato mentre le interfacce social rimangono statiche per tutti
  2. un sito multipagina attraverso una homepage rimanda a tutti gli approfondimenti aiutando l’utente a trovare l’informazione che cerca mentre sui social i contenuti restano frammentati e “disordinati”
  3. un sito può garantire una migliore protezione dei dati e dei sistemi di pagamenti per gli e-commerce
  4. un sito rimane una vetrina autonoma e svincolata dalle leggi social (semmai un giorno chiudessero o non più gratuite)
  5. un sito permette, in una SEO adeguata, di indicizzare i contenuti sui motori di ricerca ed essere trovato.

In tutto questo, nel comprenderne il valore, è necessario affidarsi a un professionista se sappia ideare un’interfaccia identificativa, rendendo gradevole la navigazione e la ricerca dei contenuti. Inoltre un sito non nasce per essere “statico”, si evolve tracciando la storia dell’azienda. Pertanto il professionista potrà garantire la “salute” del sito attraverso il monitoraggio tecnico di tutte le funzionalità e la modifica dei contenuti quando necessario per renderlo sempre attuale.

Contattaci per richiedere una prima consulenza nella creazione del tuo nuovo sito web.

Write a comment
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.