Il passo San Pellegrino sentiero della memoria

Il passo San Pellegrino sentiero della memoria

Confinato sulle cime del Trentino Alto Adige, il Passo San Pellegrino è situato in una posizione particolare: sospeso a 1.918 metri, il valico del Passo segna il passaggio tra due provincie, quella di Belluno e Trento, tra due regioni. Più precisamente, il confine si trova tra l’altopiano di Falcade e il Passo San Pellegrino, sul versante orientale del valico, il punto di congiunzione tra le Dolomiti di Feltre e delle Pale di San Martino e quelle della Val Gardena e della Val di Fassa. Con rocce imponenti che toccano il cielo, pascoli rigogliosi e un tranquillo laghetto è uno dei più bei panorami dell’arco alpino.

Il lago San Pellegrino è un piccolo specchio d’acqua che si trova al Passo San Pellegrino, quota 1900 metri che nasce da una serie di torrenti che scendono dalle alte montagne che lo circondano e dai quali ne deriverebbe il nome certamente non paragonato per dimensione ad altri laghi di montagna come il Lago di Molveno o il Lago di Resia. Tutto attorno, un sentiero che lo percorre permette di apprezzare i diversi paesaggi, inserito in un bosco formato principalmente da larici e la sua riva è ricca di fiori e piante spontanee.

D’inverno, è la meta perfetta per gli amanti dello sci. Gli sciatori, infatti, possono godere di oltre 100 km di piste a disposizione immerse in un delizioso panorama. Per chi ama lo sci di fondo, il Centro Fondo Alochet con i suoi 15 km di estensione è l’ideale per lunghe camminate tra i percorsi di montagna. Per i più avventurosi, la natura incontaminata che immerge Passo San Pellegrino è l’ideale per percorsi di trekking. Gli amanti delle sane camminate all’aria aperta possono dedicarsi al trekking e vie ferrate a fondo valle e in alta quota, diversi per lunghezza, durata e difficoltà. Gli impianti di risalita, navette e apposite linee di autobus facilitano gli spostamenti; le guide alpine offrono percorsi guidati e lezioni di alpinismo, roccia e arrampicate. Le strade tortuose e le impervie salite del Passo propongono spettacoli sorprendenti anche ai patiti della mountain bike. Non a caso, queste località risultano spesso tra le tappe del Giro d’Italia. Sono varie le vie percorribili, più o meno lunghe, difficili ed impegnative come gli oltre 48 chilometri della pista ciclabile delle Dolomiti di Fassa e Fiemme, un’esperienza da non perdere.

Durante le camminate, è possibile spingersi fino al versante di Costabella, di Gruppo dei Monzoni o verso la Cima Bocche, dove si possono ammirare i segni della prima guerra mondiale che segnò le valli dolomitiche lasciando visibili le gallerie. Camminamenti e trincee, teatro degli scontri e della dura vita delle truppe, sono oggi visitabili tra il Passo San Pellegrino, la Cima Costabella, la Cima Bocche e l’Alta Via Mariotta. Testimone della Grande Guerra, il Passo San Pellegrino è, quindi, anche meta di un turismo della memoria.

Una vacanza in Valle di Fassa è un’occasione per comprendere la ricca e affascinante cultura gastronomica delle Dolomiti, profondamente legata alla propria terra, dove sapori e tradizioni sono parti fondamentali di un patrimonio unico. La fortunata posizione tra Moena e il Passo fa incontrare qui il meglio dell’enogastronomia veneta e trentina, tra vini e grappe delle due regioni o la golosa Via dei Formaggi, tra prodotti protetti dal presidio Slow Food come il Puzzone di Moena, il Fontal, il Val Biois e il Renaz. Naturalmente, anche la cultura ladina e la vicina tradizione austro-tedesca si fanno sentire nei sapori semplici e nei profumi speziati della cucina locale. Spatzle e canederli, maiale e selvaggina, zuppe d’orzo e gulash, strudel e frittelle di mela sono soltanto alcune delle ricette proposte in baite, ristoranti e rifugi del Passo San Pellegrino.

La montagna offre un patrimonio naturale inestimabile lontano dall’urbanizzazione caotica ed i gas industriali che ogni giorno opprimono i centri abitati della pianura. In questo luogo è possibile respirare a pieni polmoni godendosi un attimo di pace.

Write a comment
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare. View more
Accept